Ora sono un uomo sereno!

Mi sono sposato 6 anni fa, ci conoscevamo dal liceo ed eravamo molto innamorati. Abbiamo acquistato casa ed è iniziata la nostra vita insieme. Io ho un lavoro a tempo indeterminato lei lavora in nero. Dopo i primi 2 anni mia moglie ha cominciato lentamente a cambiare, usciva spesso con gli amici, il mio lavoro mi impediva di andare con lei ed io mi fidavo. Casualmente una sera rientrato a casa ho sentito il suo cellulare squillare era appoggiato sul mobile all’ingresso, uscendo l’aveva scordato. Credevo fosse la sua amica, mi appariva sullo schermo il suo nome per cui ho risposto. Pensavo che per trovarlo avesse chieste di farlo squillare. Appena ho detto pronto però la linea è caduta. Ho provato a richiamare e squillava a vuoto. Non ci ho pensato più. Dopo un paio di giorni però eravamo entrambi a casa ho notato che quando il telefono squillava si allontanava per parlare, andava in giardino o si chiudeva in bagno. La spiegazione era che la sua amica aveva dei problemi e che non le pareva il caso di parlare con lei davanti a me. Li per li la giustificazione mi aveva tranquillizzato, ma lei non aveva mai avuto segreti con me e così ho iniziato a pensare che ci fosse qualcosa che non funzionava. Inoltre la sentivo sempre più distaccata e fredda, la nostra vita coniugale non era più serena come una volta. Ho iniziato a cercare delle prove, mi sentivo in colpa mentre lo facevo, ma sentivo che mi nascondeva qualcosa. E lei non me ne parlava. Sono seguite discussioni e litigate feroci. Dopo un bel po’ di tempo non sapendo cosa fare e non riuscendo più a vivere sereno cercando in internet sono incappato sul sito della Agenzia Italiana Investigazioni. Li ho contattati di impulso, volevo sapere cosa ci stava succedendo, a noi che per tutti eravamo la coppia perfetta. Dopo poco tempo hanno confermato i miei sospetti si vedeva con un altro uomo. E’ stato un dolore atroce sapere la verità. Ho affrontato lei e ho deciso di separarmi. Ora sto ricostruendo la mia vita. L’Agenzia mi sta aiutando anche con la causa di divorzio, è riuscita a provare che mia moglie lavora per cui con molta probabilità non dovrò versarle l’assegno di mantenimento. Li ringrazio per la delicatezza con cui sono riusciti a seguire la mia vicenda e per come, nonostante l’iniziale dolore, mi abbiano permesso di ricostruire la mia vita.   

Ho ritrovato la pace!

Sto insieme con mio marito da oltre 25 anni e credo non mi abbia mai tradito. Lo conosco meglio di come lui conosce se stesso , è una bravissima persona , da un punto di vista economico a me ed ai figli non ci fa mancare nulla , ma non è più lui . Io amavo e tuttora credo amo lui, ma non posso sopportare un tradimento, che sento nell’ aria. 
A volte mi chiedevo ma chi è la persona che attualmente mi era vicino?. Mi escludeva da molte cose, si vestiva come un ragazzo , aveva perso 10 kg, iscritto in palestra, si osservava allo specchio più volte prima di uscire, chiede anche a me o a nostra figlia "COME STO? ".  Mia figlia incominciava ad odiare il padre che da sempre è stato il suo idolo, adesso lo disprezzava, mi diceva di lasciarlo e la sofferenza di mia figlia per me è quasi più insopportabile della mia. Mi chiedevo, cosa debbo fare? Chi è veramente mio marito? Che idea si farà degli uomini e del matrimonio mia figlia ? Quale considerazione avrà di me e poi cosa le insegno , che un uomo può fare quello che vuole basta che porta i soldi a  casa? L' uomo di successo che conoscevo che non ha mai tradito la moglie è come un ragazzo, alle prese con la sua fidanzatina?
L' uomo di successo che non ha mai tradito la moglie è come un ragazzo, inesperto , ma molto più sicuro di se perché e perciò anche più pericoloso, pensavo che potesse fare più danni e  lasciarmi, lasciarci di colpo. Mi sono, quindi, rivolta ad una mia amica che mi ha suggerito di andare presso una agenzia investigativa di Roma. Dopo circa 20 giorni ho preso finalmente appuntamento, dovevo capire… Mi accoglie, il dott. Marco Amati, il responsabile una persona gentile ed educata che mi ha fatto alcune domande ed è stato ad ascoltarmi. Poi mi ha riferito che le persone serie, commettono errori seri, e d ha aggiunto: "Noi dell' Agenzia Italiana Investigazioni possiamo aiutarla a capire la situazione nei minimi dettagli, e se purtroppo si dovesse arrivare ad una rottura, il materiale da noi  fornito è utilizzabile in giudizio". Questo mi ha rassicurata perché capire se mi avesse tradito o mi stava tradendo portava ad una naturale conseguenza e comunque ad affrontare la questione e forse non volevo...
Io ero nella vita una persona che diceva "mai in vita mia mi sarei  immaginato di trovarmi in una agenzia investigativa". La situazione si è conclusa, dopo alcuni mesi, affrontandola di petto e se non avessi avuto al mio fianco AGII non ci sarei riuscita, GRAZIE.
Annamaria 


Di nuovo Felici

Ho quattro figli , sono innamorato di mia moglie e lei mi ha confessato di avere una relazione . Debbo dire che io in passato ho avuto altre storie , mia moglie ha sofferto , abbiamo superato anche  una grave malattia di mio figlio , adesso abbiamo tutto quello che da giovani quando stavamo all'università io e mia moglie abbiamo sempre sognato . Mia moglie sicuramente ha incontrato in palestra un ragazzo giovane e muscoloso che le ha fatto perdere la testa . Iniziano le indagini e nel giro di una settimana individuiamo l' uomo . Si tratta di un signore di mezza età che non c'entra nulla con la palestra , basso , pingue , con pochi capelli. Verifichiamo che è un professionista anche lui , distinto , con un sorriso molto accattivante. Vediamo la coppia fermarsi in macchina e parlare per ore , soprattutto è la  signora che parla .
Riferiamo al marito e  lo invitiamo a riflettere . Da quanto tempo non parla con sua moglie di argomenti che non riguardano i figli o il menage familiare ?  Da quanto tempo non uscite per mangiare una pizza o vedere un film ..
Ringrazio l' agenzia perchè con il supporto , ho cambiato completamente atteggiamento ed ho ritrovato un'intesa perfetta con mia moglie e la serenità di una volta.
Gennaro R.

Meglio sola ma serena!

Mi sono rivolta ad agenzia italiana investigazioni, perchè sospettavo che mio marito avesse una relazione extra coniugale . Dopo quindici giorni , contatto l'agenzia e mi  dicono che non c'è nulla ,ma comunque intendono continuare per altro tempo , senza aumento dei costi , perchè a loro modo di vedere la situazione non è chiara .Dopo circa 30 gg. mi contatta il direttore di Agenzia Italiana Investigazioni, il dott.Amati , mi convoca nel suo ufficio . Mi fornisce una documentazione scritta e foto inconfutabili , attraverso le quali si documenta un tradimento ripetuto nel tempo , con una signora , della quale mi forniscono ogni sorta di informazione .Nei primi qundici  giorni di indagini , mio marito aveva discusso con la signora e perciò non si vedevano ,ma l'intuito degli investigatori che vedevano l'uomo particolarmente nervoso ,mi ha consentito di venire a capo di questa situazione. In passato per questa vicenda mi ero rivolta ad un conoscente di una mia amica , forse neanche regolarmente autorizzato a svolgere l'attività di detective ,  mi riferì  di non aver trovato nulla, e cosa tragicomica , mi è costato più di Agenzia Italiana Investigazioni.

Io e mio marito siamo separati , oggi, attraverso il prezioso aiuto di agenzia italiana investigazioni,  ho ottenuto tutto quello che desideravo e li ringrazio anche del fatto che mi hanno segnalato un avvocato di loro  fiducia , che con le prove raccolte ha ottenuto in giudizio molto di  quanto io avrei sperato . 
Maria Grazia G.