Ci sono situazioni delicate in cui il dubbio crea danni maggiori rispetto alla più terribile delle verità. Analisi e pianificazione di qualsiasi indagine che abbia natura riservata. Spesso in questi casi l’intervento dell’investigatore è risolutivo.

 

Nelle ipotesi di conferimento di incarichi di fiducia l’intera attività investigativa è proiettata alla eliminazione di qualsiasi dubbio oltre che a supportare, con prove nonché indizi gravi, precisi e concordanti, l’eventuale azione legale del cliente.

Si parla di incarichi di fiducia sia per richiamare la natura particolarmente delicata dell’oggetto del mandato investigativo sia per richiamare immediatamente l’attenzione del cliente all’imprescindibile elemento della professionalità dell’investigatore privato a cui affida la cura dei propri interessi.

Tra i principali e più conferiti incarichi di fiducia si ricordano:

  

  • investigazioni per la tutela dei minori e/o per la loro sorveglianza (droga, baby squillo, bullismo e cyber bullismo)
  • tutela anziani e monitoraggio di baby-sitter e/o badanti

Per quanto attiene la tutela minori ci siamo occupati nel corso degli anni molto spesso di questo delicato argomento in quanto abbiamo visto che sempre più i ragazzi soprattutto adolescenti vengono avvicinati in vario modo allo scopo di perpetrare dei reati o subirne a vantaggio dei malfattori.

Il problema della droga è sempre più diffuso, in alcuni casi partendo dalle scuole medie i ragazzi vengono avvicinati per smerciare all’interno della scuola creando una sudditanza verso lo spacciatore e diventando loro stessi assuntori e spacciatori.

 

Gli adolescenti a volte sono vittime di attenzioni da parte di pedofili che con piccoli regali e gentilezze catturano la loro attenzione per poi avviarle sulla strada della droga e della prostituzione. Fin dai primi segnali del tipo: telefonino nuovo, capi griffati, senza che il ragazzo sappia indicare esattamente la provenienza, siamo pronti ad intervenire per preservare il minore e portare prove spendibili in giudizio.

 

Il bullismo e soprattutto il cyber bullismo sono fenomeni di stretta attualità sui quali siamo specializzati e pronti a fronteggiare fin dall’inizio il sorgere del problema. Molto spesso i ragazzi inizialmente per gioco vengono derisi sui principali social network rilevando cose intime della persona mettendolo così in imbarazzo. Il ragazzo prova vergogna ed anziché confidarsi con i genitori si chiude nel mutismo cercando di risolvere da solo il problema ma succede che in tal modo imbocchi la strada della depressione giovanile o purtroppo possa arrivare a conclusioni estreme senza avere il coraggio di denunciare quanto da lui subito. 

 

Altra problematica da noi affrontata è quella dell’alcoolismo giovanile:

“Io bevo perché così fanno tutti oppure perché dopo sono più sciolto e rimorchio”.

E’ facile passare dalla bravata con gli amici all’abuso di Alcool in questo caso come nelle altre situazioni sopra menzionate, la prima cosa che fa l’adolescente è quella di mentire agli altri e a se stesso.

  

Le persone anziane a volte con piccoli problemi anche di salute vengono lasciati in balia di persone che con metodi sbrigativi o con raggiri si approfittano di loro. In questi casi siamo pronti ad eseguire delle verifiche mirate e controllare la moralità della badante e ove possibile verificare le reali condizioni della persona anziana.

 

Anche nei bambini particolarmente piccoli in età pre-scolastica è possibile effettuare delle verifiche, in quanto i piccoli vengono lasciati alle baby sitter ed è il caso di verificare se effettivamente vengono trattati con le cure che meritano.

Quello della baby sitter è un lavoro difficile e importante in quanto va a incidere nello sviluppo di un bambino, possiamo perciò controllare l’operato della baby sitter e verificare il benessere del minore.